DECRETO CURA ITALIA E FONDO DI GARANZIA | VEDIAMO QUALI AIUTI PER LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

   

È in vigore il decreto che può aiutare anche le piccole società sportive…

“Il Cura Italia” decreto pubblicato nella Gazzetta ufficiale da scaricare qui

E’ stato pubblicato ieri sera in Gazzetta Ufficiale il Decreto noto con il nome di “Cura Italia”, che raccoglie tutte le misure economiche volte a sostenere l’Italia intera, dalle imprese ai dipendenti, passando per privati e società, a seguito dei danni ingenti prodotti dall’emergenza coronavirus.

Ma in quali aspetti riguardano le società sportive dilettantistiche? Il legislatore ha pensato anche al mondo sportivo, come precisato nella premessa, vista l’urgenza di immaginare delle misure che potessero agevolare l’azione delle società.

Nello specifico, la prima misura ha visto l’applicazione della sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, inizialmente immaginata esclusivamente per le strutture ricettive e turistiche, anche al mondo sportivo. A precisarlo è l’articolo 61.

Art. 61 – (Sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria)

Le disposizioni di cui all’articolo 8, comma 1, del decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9, si applicano anche ai seguenti soggetti:
a) federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, nonché soggetti che gestiscono stadi, impianti sportivi, palestre, club e strutture per danza, fitness e culturismo, centri sportivi, piscine e centri natatori… Continua qui

 

Lega Nazionale Dilettanti e FONDO DI GARANZIA

Inoltre la Lega Nazionale Dilettanti rende noto che, con l’art. 14 del D.L. n. 23 dell’8 Aprile 2020, è stato costituito un apposito comparto del Fondo di Garanzia, istituito dal comma 12 dell’art. 90 della Legge 27 Dicembre 2002, n. 289, così come modificato dall’art. 64, comma 3-ter del D.L. n. 83/2012, presso l’Istituto del Credito Sportivo per i mutui relativi alla costruzione, all’ampliamento, all’attrezzatura, al miglioramento e all’acquisto di impianti sportivi, ivi compresa l’acquisizione delle relative aree da parte di Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Il comparto del Fondo in argomento potrà prestare, fino al 31 Dicembre 2020, garanzia sui finanziamenti erogati dall’Istituto per i Credito Sportivo o da altro Istituto di Credito per le esigenze di liquidità delle Federazioni Sportive Nazionali, degli Enti di Promozione Sportiva e delle Discipline Associate, nonchè delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI. A tali fini, al Fondo è assegnata una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2020.

 

Il Fondo può, inoltre, concedere contributi in conto interessi, fino al 31 Dicembre 2020, sui finanziamenti erogati dall’Istituto per il Credito Sportivo o da altro Istituto Bancario per le esigenze di liquidità, oltre che delle Federazioni Sportive Nazionali, degli Enti di Promozione Sportiva e delle Discipline Associate, di quelle delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche riconosciute, ai fini sportivi, dal CONI. Per tale funzione è costituito un apposito comparto del Fondo dotato di 5 milioni di euro per l’anno 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *